IL SINDACO CONTI STA CON I CITOFONI


Oggi, sul Tirreno, il Sindaco di Pisa si lancia in una benedizione al gesto di Salvini di un paio di giorni fa.
In sostanza, si dice d’accordo con il vestirsi da sceriffo e condannare le persone senza alcuna prova, senza un’attività indagatoria, senza un giusto processo, senza una sentenza di condanna (eventuale) da parte di un Giudice. 

Semplicemente, secondo lui e altri, da l’altro ieri ognuno di noi può vestire la toga e farsi giustizia da solo, sulla base del sentito dire.

Una barbarie assoluta!

Se qualcuno ha commesso, o commette, reato, non spetta a nessuno di noi stabilirlo. 
Per fortuna. 
Ci sono persone preposte. 

Le violazioni di Legge commesse dal cosiddetto “capitano” sono molte (parole di giuristi più che qualificate); senza contare che col suo gesto avrebbe potuto anche compromettere eventuali indagini da parte delle forze dell’ordine, buttando nel caso all’aria settimane o mesi di attività investigatorie (è già successo quando era Ministro dell’Interno, quando con un tweet si gratificò da solo su un blitz a carico della mafia cinese, rendendo facile la fuga di alcuni indagati). 

In pratica, un folle in giro per il Paese.
Tutto per una manciata di voti. 
Tutto per riempire quella pancia affamata di odio xenofobo che sta attanagliando il Paese.

Ovviamente il nostro Sindaco con questo endorsement giustizialista, non si rende conto della gravità dello stesso. 

Non arriva ad immaginare il lancio di emulazione che potrebbe interessare i cittadini pisani, creando il caos e, pure, eventuali ritorsioni da parte di persone che nulla hanno da perdere. Mette a rischio l’incolumità dei suoi cittadini, mortificando la professionalità di coloro che vengono addestrati e preparati per quelle attività.

Per Pisa #Cittàperta non solo condanna senza possibilità di appello, stavolta sì, quanto dichiarato dal Sindaco Conti, ma si batterà sempre affinché la Giustizia faccia il suo legale corso. 
Ovunque. 
Sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti piace il nostro sito? Iscriviti ai nostri canali social!